Forse ci siamo

19 Feb

Eccomi qui, dopo più di un anno.

Quante cose sono cambiate da allora?

Forse ora è la volta buona, il primo articolo qui lo scrissi 10 anni fa…ora vorrei ritornare a scrivere.

Chissà se questa volta ci riuscirò.

Intanto, CIAO SONO TORNATA

I famigerati 30

13 Nov

speed-limitation-2711712_1280Cosa accade quando si arriva ai famigerati 30?

Non lo so, non ve lo so dire, posso dirvi che è una cosa che mi chiedo da un po’ e che mi ha anche creato parecchia ansia.

In realtà non dovrebbe accadere nulla…. Allora perché ovunque si leggono, articoli, pagine, video ecc… della “vita dopo i 30”????

Perché si sente la pressione dei 30? cosa accade dopo? se non ho fatto qualcosa o ho fatto troppo, dopo i 30 non posso più fare nulla???? non capisco davvero…

quello che so è che da inizio 2019 ho avuto sempre la consapevolezza che i 30 sarebbero arrivati e non ho mai nominato 30 così tante volte, si perché fino ad oggi ho sempre constatato che i miei sarebbero stati 29+1, perché io di cambiare numero non c’ho proprio voglia…

oggi invece lo sto facendo e mi sto convincendo che non ne devo aver paura, perché tutto sommato devo essere fiera dei miei 29anni passati qua e dovrò essere fiera anche dei prossimi anni nella quale avrò davanti il numero 3, che poi il 3 è anche un bel numero, anzi è sempre stato uno dei miei numeri preferiti, il 3 non è anche il numero perfetto???? se non si pensa ai triangoli amorosi non voluti…. ovvio….

3…. non è così male in fondo no?

Vabbè, fatto sta che io per quest’anno ho sentito il peso di questo numero, ho sempre voluto essere più grande, dimostrare più anni, mi incazzavo quando mi chiedevano il documento per prendere da bere o per prendere le sigarette, perché cavolo io l’età ce l’ho…e ce l’ho da parecchio…. e ora? ora non voglio più crescere…è come se sentissi che ora si deve per forza chiudere un ciclo… per cosa?

Bisogna diventare adulti realmente? ma chi lo dice che non si è adulti anche prima dei 30? si è adulti solo se si ha delineato una vita futura?

il mio futuro è ancora da scrivere, forse ancora da immaginare, perché si, mi è già capitato in passato di essere sicura di una linea presa e poi un giorno ho deciso di stravolgere il tutto…

In ogni caso voglio fare un piccolo riepilogo di ciò che ho imparato in questi 29anni e ciò che vorrei raggiungere negli anni a venire…

In questi 29 anni mi è capitato di perdermi più e più volte, ho alternato periodi di tranquillità infinita a periodi di pazzia assoluta, periodi di lucidità netta e periodi nella quale sapevo che avevo perso la strada e stavo vivendo fuori strada….

Ho preso decisioni importanti, ho avuto il coraggio di mollare sicurezze e situazioni che mi facevano male o erano tossiche per prendere vie meno sicure ma più vicine alla mia idea di felicità.

Ho preso decisioni quando tutti mi dicevano di no, di essere prudente che sarebbe stata dura…. e dura lo è stato davvero o lo è ancora, ma come mi disse qualcuno tempo fa…. “diciamo che tu anche in mezzo alla tempesta riesci comunque a galleggiare, a volte con fatica, ma comunque ce la fai”…. ed è vero…

obbiettivamente penso di aver avuto coraggio nella vita, di essere stata forte….

a volte però mi chiedo ancora perché, malgrado io lo sia, non mi sento mai all’altezza, come io abbia paura di sbagliare e di fallire, che poi il fallimento fa anche parte della vita o sbaglio? tutto serve a crescere, tutto serve a imparare…

Ho affrontato lutti, ho affrontato crisi, ho affrontato diversità, ma ho anche riso tanto, mi sono divertita e tutto sommato ho sempre fatto quello che volevo quando volevo…

Spesso mi sento dire che sono già vecchia dentro, ma perché? perché preferisco stare seduta a casa, nel mio mondo, con un bel libro e una tazza di the fumante a leggere, per esempio, piuttosto che uscire a tritarmi?

Forse è vero, forse sono vecchia, ma io sono così e a me piace vivere così e ho imparato che va benissimo essere così.

Sin da bambina sono sempre stata solitaria, me lo ha sempre ricordato mia madre, amavo giocare e circondarmi di gente, ma allo stesso tempo amavo anche rinchiudermi nella mia cameretta e passare ore sola a far ciò che volevo…

anche oggi è così, amo stare in mezzo alla gente e avere intorno belle persone ma allo stesso tempo amo infinitamente le mura di casa mia, il mio mondo e la mia tranquillità.

Quest’anno in particolare penso di aver capito a fondo il concetto di “non puoi piacere a tutti, ma va bene così”, ho imparato che la gente non è mai contenta e che posso scegliere chi avere nella mia vita nel mio tempo libero, mentre la gente che ho attorno in luoghi dove non posso scegliere la devo imparare a prendere per quello che è, tollerare, perché ho anche imparato che a volte non vale la pena parlare, chiarire e avere un confronto, non ne vale davvero la pena, non ho bisogno di avere “ragione”, o l’ultima parola, a volte va bene solo sorridere e far finta di nulla.

Ho imparato che preferisco la tranquillità e che le mie battaglie sono le mie battaglie e che ognuno ha le proprie e non per forza una è più importante dell’altra….

Ho imparato, o meglio sto cercando di imparare che a volte è meglio osservare in silenzio, piuttosto che fasciarsi la testa prima del dovuto, rimuginare su un problema non porta a nulla, a volte bisogna semplicemente lasciar correre.

Ho imparato cosa mi fa male e cosa mi fa bene.

Ho imparato a tenere la bocca chiusa e a parlare solo con chi si merita di capire e ascoltare realmente le mie parole.

Ho imparato che a volte le strade si dividono o si devono dividere e per quanto possa far male è giusto così.

Ho imparato che è più importante avere pochi rapporti che apportino davvero qualcosa alla mia vita che cercare di mantenere dei rapporti che non portano granchè.

Ho imparato a fare meno la “crocerossina”, ho imparato a dire di no e ad avere un po’ di sano egoismo.

Ho imparato ad apprezzare le piccole cose e non a pensare a ciò che non ho.

Tuttavia non ho ancora imparato ad essere meno severa con me stessa, non ho ancora imparato a essere più carina con me stessa, non ho ancora del tutto imparato a non ascoltare le critiche o a non preoccuparmi almeno un po’ del pensiero della gente, perché nella teoria siamo tutti bravi, ma nella pratica….

Non ho ancora imparato a portare a termine tutto quello che m’impongo, non ho ancora imparato a non sentirmi in colpa per le situazioni, ma so benissimo che la guerra fredda non è stata colpa mia 😉

Non ho ancora imparato ad ascoltare quando il  mio corpo mi dice di fermarmi un pò, non ho ancora imparato a fare poco alla volta perché a me piace complicarmi la vita e mettermi sotto stress…

Non ho ancora imparato a rinunciare a certe cose….

e queste sono  le cose sulle quali sto lavorando, ma diciamocelo non sto mica per andarmene.

Anzi la vita magari sta per prendere una svolta proprio ora e ho ancora tempo per affinare i miei pensieri, i miei obbiettivi e il mio carattere…. quindi infine direi:

auguri-30-anni

 

Benvenuti 30 che possiate aiutarmi a prendere decisioni più sagge e a portare a termine i buoni propositi che questi 29 non hanno ancora completato.

 

 

…ci sono giorni che….

20 Apr

Sono passati quasi cinque anni dal giorno in cui scrissi per la prima volta di te.

Sono passati cinque anni e il tuo ricordo è sempre vivo in me, la tua presenza si sente costantemente, la tua mancanza non passerà mai.

Ma le cose sono cambiate, quando ti penso, il cuore sussulta ma un sorriso appare sul mio volto.

Non potrebbe essere altrimenti, i ricordi sono sempre e solamente belli, il tuo sorriso, la tua grinta, la tua gioia, i ricordi di tutto questo mi accompagnano e mi tranquillizzano.

La grinta, la semplicità, la genuinità che ti contraddistinguevano non possono che creare un sorriso automatico sul viso di chi ti pensa.

I miei ricordi torno a dire sono solo belli, i pranzi, le cene di famiglia, le vacanze in sicilia, i vizi, le serate, i carnevali, i post-serata/lavoro, i ricordi di quando da piccoli portavi me e mio fratello con il furgoncino e i giochi… il tuo senso di protezione nei miei confronti…

Ti porto dentro e sulla pelle.

La cosa più bella è sentirsi dire: quello sguardo, quegli occhi, parlano di ricordi lontani, avete lo stesso sguardo e gli stessi valori. Non potrei essere più felice di così: sapere che qualcosa di me, ricorda te.

 

 

…Titti

La Strada è mia

26 Feb

strada-deserta-horror-wandering-wil-slideSapete qual è il problema?

 

Il problema è stufarsi di se stessi, ed è grave, perché se ti stufi di terze persone, le “elimini” e continui la tua vita, ma quando ti stufi di te stesso cosa fai?

Sai che ci dovrai passare volente o nolente il resto della tua vita e vedere la sua immagine riflessa ogni santa mattina nello specchio…

E quando ti svegli e ti vedi riflesso e ti stai sulle palle è dura.

Quando cerchi di cambiare delle cose, ma ricadi…. È brutto…

La cosa più assurda è sapere cosa non va, ma non riuscire a fare il click che serve.

Essere consapevoli di autosabotarsi in continuazione, essere consapevoli che le proprie paure, le proprie insicurezze e paranoie, spesso, quasi sempre, sempre irrazionali ti rovinano le giornate.

NULLA, mille teorie e prese di coscienza che alla prima occasione vanno a farsi benedire.

Ma questa è la pecca più assoluta degli scorpionacci, tendenti alla paranoia….
troppo sensibili.

La persona più cattiva con me, sono io…. La persona di cui temo di più il giudizio sono io e ora mi sto giudicando pesantemente.

Non è tempo, non ancora.

 

Le luci della città

14 Feb
 È un mondo fatto per due Come le confezione dello yogurt
Dentro l’amore c’è una punta d’odio e viceversa
E ti sei persa
Siamo così diversi nelle foto
Schizzi nell’acqua, è solo un gioco
Vuoi la mia giacca, fa freddo in moto
Salto nel vuoto, vieni con me
Guarda da qui le luci della città
E non capisco dove sia casa mia
Mi chiedevo se
Salto nel vuoto, vieni con me
Guarda da qui le luci della città
E mentre i taxi vanno via
Hai detto che eri solo mia
Mi chiedevo se
Vanno via tutti resti con me?
È un mondo fatto per due
Come le selle delle moto
Come le stelle se le guardi sola
Non è uguale senza di me
Guarda da qui le luci della città
E non capisco dove sia casa mia
Mi chiedevo se
Salto nel vuoto, vieni con me
Guarda da qui le luci della città
E mentre i taxi vanno via
Hai detto che eri solo mia
Mi chiedevo se
Vanno via tutti resti con me?
Vanno via tutti resti con me?

Happiness

26 Gen

Alla ricerca della felicità? NO!

La felicità per quanto mi riguarda è dentro di noi e nelle piccole cose quotidiane…

la mia felicità odierna é che questo venerdì é un pò più bello degli altri, ho atteso, come attendono i bambini la mattina di Natale…. ed é arrivato ciò che aspettavo…la mia felicità oggi é camminare sotto la pioggia… cuffiette nelle orecchie…. Ev….. la sua voce mi culla, mi accompagna, “mr. slow flow”, lui non delude mai…

Suoni che mi accompagnano, emozioni, sensazioni, felicità…. ritrovandomi a scoprire che quelle che mi rigano il viso non sono solo le gocce della pioggia “rain drop”, sono le emozioni, le sensazioni…

É bellissimo riscoprire le emozioni attraverso i suoni, mi sento felice, tranquilla e in pace…

weather or not…

Grazie! la musica mi salverà sempre…

Throw it alla away….

Ed é inevitabile pensare a te, ti sento vicino, guardo il cielo e ti saluto.

maxresdefault

WTF?

25 Gen

perdizione

per·di·zió·ne/

sostantivo femminile

Danno irreparabile, associato all’idea di rovina economica e, soprattutto, di traviamento morale o di dannazione: mandare in p.; luoghi di p.; dico costui più tosto dovere essere nelle man del diavolo in perdizione che in paradiso (Boccaccio).

 

 

 

Le vie della perdizione sono infinite, quasi quanto lo spazio vuoto nel cervello di chi le percorre…

Come il mio negli ultimi tempi e mi chiedo, ma com’è stato possibile? Avevo una considerazione maggiore di me stessa, ma la dura verità è questa  Signore e Signori, mi sono persa… totalmente…. e non capisco ancora quando, dove, ma soprattutto perché?

So solo che ho iniziato ad avere una prolunga della mia mano e ho perso un sacco di tempo, tempo che avrei dovuto dedicare a me…

Ma non è stato così….

Devo ammettere che qualcosa in me ha vacillato, il punto che pensavo di aver raggiunto, in realtà non è stato raggiunto.

La colpa è mia lo so bene, ho lasciato che la futilità prendesse il sopravvento, invece di sedermi e affrontare i miei mostri.

Le mie insicurezze, invece di affrontarle ho cercato di nasconderle cercando approvazione in terze inutili persone, attirando gente di m**** e alla fine stando peggio.

Ora mi fermo…. Chi sei? Dove vai? Cosa vuoi?

Ho la consapevolezza che l’anno appena trascorso è stato importante, ho dato una svolta importante alla mia vita dopo anni di indecisione e mi sono sentita forte e carica, nuove energie e nuovi obbiettivi.

Ho chiuso ed è stata forse una delle decisioni più dure della mia vita, perché ho rimesso in discussione quello che credevo mi avrebbe accompagnata per il resto della mia vita, ho messo in discussione me stessa, mi sono fatta un sacco di domande e ho capito che no, era giusto così, non ero io ma eravamo noi…….

Mi sono sentita forte…

Ho ricominciato da me, ho acquistato energie nuove e tranquillità, mi son sentita forte e fiera di me stessa….

Ma poi X è successo, ho varcato la soglia e sono caduta.

Buio, buio, esagerazioni, forza apparente e sbam.

Culo a terra.

E ora ho deciso di rialzarmi e trovare quella forza di volontà che non ho e non ho mai avuto ma che devo trovare…

Perché così non va bene, non sono io.

Devo ricominciare seriamente questa volta…

 

Devo ricominciare da me

 

Quello che sta attorno non conta, ora conto io, le parole non contano, conto io, sono io a decidere e ho deciso di non attirare più, mai più, energie negative.

E ora ho bisogno di me, solo di me, del mio spazio, del mio mondo, si…….quello fatto di lucine, pagine e calma.

 

 

Animali da tastiera

26 Ago

In questi giorni di lutto, di riflessione, di prese di coscienza, quello che mi colpisce è l’ignoranza della gente.

Accade una catastrofe naturale, vicina, ci tocca nel profondo… ci rendiamo conto che il nostro equilibrio è molto instabile, vacilla… Ci sono dinamiche che non si possono prevedere, la gente viene colpita nel momento più vulnerabile… La notte… impotente… non si può fare nulla…

Il nostro pianeta è imprevedibile e noi non stiamo facendo nulla per renderlo un posto migliore… Diamo tutto perscontato.. non ce ne occupiamo… non lo curiamo… ce ne freghiamo di quello che succede attorno, perchè tanto a noi non accadrà… non è possibile…e poi tutto ad un tratto non c’è più nulla…

La cosa che mi lascia più allibita, oltre a commenti vari poco opportuni, sono i soliti “animali da tasteria”, “massa ignorante”…

Commenti del calibro “non ci sono posti negli alberghi, ci sono gli immigrati”, “non ci sono tende, sono tutte messe a disposizione degli immigrati”, “non ci sono soldi vanno tutti agli immigrati”… e io mi chiedo… ma in un momento di sconforto come questo, davanti a una tragedia simile… veramente c’è gente che invece di pregare, riflettere e dare un contributo valido… partorisce questi commenti?

Dove andremo a finire?

L’altro giorno pensavo: c’è già la natura che ci mette alla prova, possibile che noi vogliamo incrementare la dose con guerre e distruzioni di massa?

Perché?

E ancora, queste tragedie accadono per “volere della natura”, ma situazioni simili, distruzione e morte accadono anche per mano nostra… perchè incrementare la dose?

Dove andremo a finire???

Il mondo sarebbe un posto migliore se fossimo in grado di gestirlo… o semplicemente se prima di esprimere un opinione si collegasse il cervello (per chi ancora lo possiede ed è funzionate)…

Assurdo trovare polemiche anche in un momento simile… a me viene solo da rifelettere, pregare, essere vicina a chi subisce eventi simili, cercare di dare un contributo anche se minimo…

Non è difficile…

le-monde-est-a-nous

 

Chiacchere sparse

10 Lug

Grazie alla mia amica Giuls che mi da lo slancio per scrivere qualcosa…

tumblr_lxk4loS4QG1qfetl0o1_500_large

Cari amicici,

mi son resa conto che oltre ad aver scritto mesi e mesi fa… l’ultimo articolo aveva dei riferimenti a una persona più o meno ignota, più o meno con importanza zero… definita in miglior modo come Merda…

La cosa mi stupisce… mi stupisce aver ancora dedicato tempo al pensiero… ma vabbò… ormai è passata…image_13

Allora come state?

pronti per le vacanze?

A me sto caldo me ammazza… nel senso che proprio faccio fatica a respirare… non vedo l’ora di stendermi al mare e non muovermi per una settimana intera.. ma… ahimé devo ancora aspettare un mesetto…

sarà lunghissimo ma arriverà…

tumblr_inline_mrmzp5QH9t1qz4rgp

chiacchere sparse… non interessa a nessuno ma non importa..

avrei voluto scrivere un articolo sul fatto che sono andata a Napoli, a maggio… ma non l’ho mai fatto… e ora sembra troppo lontano il ricordo… ma lo farò…

avrei voluto scrivere un articolo sul fatto che forse finalmente sono stata fortunata… ne sono quasi certa… ma mai parlare troppo presto… <3… anyway per intenderci il mio super cinismo amoroso pieno d’odio verso il genere umano… (senza distinzioni) si è afflievolito… e diciamo che sto bene e sono felice…

avrei voluto scrivere un articolo parlando delle nuove mode… sta cosa dei pantaloncini con fuori mezza chiappa non la concepisco… oppure la concepirei su certi corpi… non che io giudichi… ma sono del parare che bisogna guardarsi allo specchio prima di uscire…

avrei voluto scrivere un articolo parlando di temptation island e programmi spazzatura simili…

ma non ho avuto tempo… è stato un periodo pieno… di tante cose…

tante cose… tanti impegni… stanchezza…

ma prima o poi arriverà il momento… e vi bombarderò di stronzate 😀

felici?

no eh?

penny_thumb.gif

intanto aspetto le vacanze… e vi aguro un buonissimo week-end

Non me lo so spiegare

16 Apr

fffge

C’è una persona la cui iniziale la scrivi sempre con estrema cura in maiuscolo.

È una cosa strana… tutti i nomi iniziano con la lettera maiuscola… ma mentre scrivi velocemente a volte sfugge… e io ancora oggi odio terribilmente la cura che mi prendo nello scrivere il tuo nome … lo sento nelle dita… lo sento dentro… ho questa sensazione… come se il tuo nome fosse ancora intoccabile… come se tutta la merda non fosse stata abbastanza per farti cadere da dove ti avevo messo…sempre con estrema cura…

Razionalmente quando ci penso mi dico che alla fine non hai fatto nulla, non eri nulla… che ti ho sempre e solo sopravvalutato… ma poi mi succede questa cosa… e mi innervosisco e ti odio per questo…

Ma come sempre accade… appena mi sento arrivata… tu mi passi davanti…

Mi chiedo se un giorno sparirai mai definitivamente…

L’assurdità del tempismo poi… non voglio nemmeno toccarla…

A Rebel Type

Giulia | Un tipo ribelle

Diemme - La strada è lunga, ma la sto percorrendo

Non è vero che sono invincibile, mi rompo in mille pezzi anche io...è solo che ho imparato a non fare rumore. *** Amami quando meno lo merito, che è quando ne ho più bisogno (Catullo) - Non sprecate tempo a cercare gli ostacoli: potrebbero non essercene. Franz Kafka —- Non è ciò che tu sei che ti frena, ma ciò che tu pensi di non essere. Denis Waitley -- Non c'è schiaffo più violento di una carezza negata

/

making family memories one by one

Occhi al futuro

Viviamo il presente per costruire in esso il nostro futuro

///////////TI.AKKA.DOPPIA

TI AKKA DOPPIA vuole essere il blog di riferimento per l’Hip Hop in Ticino, la vicina Italia e della Svizzera. Creato allo scopo di tenere informati i visitatori del blog su eventi, uscite discografiche, video, gruppi emergenti e non; sulla scena della urban culture. Potete anche inviarci il vostro materiale per pubblicarlo fra le news giornaliere all’indirizzo tiakkadoppia@hotmail.com non dimenticate di allegare una descrizione dettagliata! Nx of MASSAKRASTA /////////////////////////////FR:TI AKKA DOPPIA veut être le blog de reférence du Hip-Hop Tessinois,pour l' Italie et le reste de la Suisse. Son but est de tenir au courant ceux qui visitent le blog sur événements, sorties discographiques, vidéos et sur les groupes de la "Urban Culture". Vous pouvez nous envoyer votre materiel pour qu' on le publie dans les "news journalières" à l' adresse suivante: tiakkadoppia@hotmail.com IMPORTANT: N' oubliez pas d' inclure une déscription détaillée. Nx of MASSAKRASTA///////////////////////// D: Ti AKKA DOPPIA ist ein Blog das euch Infos über die Tessiner, Italienische und allgemeine Schweizer Hip Hop Szene gibt. Unser Ziel ist es die Leser über Events, Releases, Videos von Neu Ankömmlinge und bekannte Künstler zu informieren. Ihr könnt uns interessantes Material an tiakkadoppia@hotmail.com senden, vergesst nicht uns detaillierte Berichte über eure News zu geben .

michiamoblogjamesblog

la lotta agli occhiali neri è appena cominciata...

ZuGliChi

Zucchero, Glitter e Chiccheria. Dove il buon gusto regna sovrano

Un Blog un po' così

Diario semiserio per esorcizzare la quotidianità

Occhi da orientale

sono occhi d'ambra lucida tra palpebre di viole, sguardo limpido di aprile come quando esce il sole

Carissima me,..

il viaggio di una donna alla ricerca dell'amore per se stessa!

La Tana

" Ama il prossimo tuo come te stesso ". Perché pretendere da me tanto cinismo?

RapFails

Curiosità e fallimenti quotidiani dei vostri idoli rap

Into The Wild

Happiness is real only when shared

Single OFF Solitude

come sopravvivere in un mondo fatto in coppia

quartopianosenzascensore

Dura tenersi gli amici, oggigiorno...

Blog di una ragazza (non) comune

tutto quello che non dico

Hi sweeties !

Just be creative. (DIY, Cooking etc.)

The Liberation

By Indie Nation

ChiuriTrip

un blog di viaggi low-cost

RaccontAmi

Tutto è una storia

Rò La Rò

io ScatenoLaMente E Tu ...?

La Schiuma del Cappuccino

Catching little moment. Through pink-lens glasses.

Following Your Passion

{ STYLE :: ARCHITECTURE :: TRAVEL }

Following Your Beauty

[MakeUp, Fitness & Beauty Blog - Beauty Blogger Italia & UK]

_dancing in the arch

Diario di una ragazza frivola

amo il web, non ricambiato

Aneddoti e piccoli incidenti del mondo digitale italiano.

Preservation in Pink

Historic preservation, coffee, community + pink flamingos

Lamiathule

Ognuno di noi ha un'isola personale. Un'isola tutta sua

altrunomics

altruism meets economics

Endless Frame Photography

Photography by Frank Cademartori

Cana's Space

Non ci sono parole adatte