Ok sono pronta

29 Gen

Era l’inizio del mese di febbraio, un freddo febbraio dell’anno xy… quella mattina finito il lavoro vidi un ragazzo con una scopa in mano… mi chiesi chi fosse… era come se mi avesse colpita in modo particolare… ma dovetti abbandonare quel pensiero in breve – brevissimo tempo… e semplicemente non ci pensai più….. si era concluso tutto in un semplice pensiero abbandonato e dimenticato…

Era circa metà marzo dell’anno successivo e durante una serata alcoolica (negroni insegna) mi ritrovai faccia a faccia con quella persona che avevo visto e dimenticato in un nonnulla…

Parlammo, scoprì che aveva dei superpoteri (sensoriali…in particolare udito) e passammo una serata divertente… ora potevo pensarci… e il giorno dopo ci fu un lieve scambio di messaggi….
uno scambio di numero…
messaggi, richieste e dopo un mesetto l’incontro…
Andai a quell’incontro senza molta voglia e senza alcuna pretesa, molto dubbiosa e scettica… l’intento era togliermi altri pensieri dalla testa… cominciammo a parlare e ahimè rimasi stupita dalle parole… è assurdo come a volte le aspettative o in questo caso non aspettative ci regalino momenti piacevoli…
la serata proseguì in modo tranquillo e piacevole…

Malgrado ciò la serata non lasciò un segno particolare e la sera dopo senza alternativa valida ci rincontrammo per uno scopo ben preciso e fu li in quel preciso istante che cominciarono i problemi anche se ancora non era chiaro nella mia mente…

L’ospite rimase a dormire… io ero molto riluttante all’idea ma lasciai perdere….

L’ospite dimostrò subito di essere arrogante e strafottente già alcuni giorni dopo, ma per quel che poteva interessare a me non scaturî nessuna reazione o allarme.. solo molta ilarità nel trovare qualcuno che non si ammosciasse allo primo scontro… L’ospite tornò e si fermò nuovamente… a distanza di qualche giorno le sue presenze erano diventate praticamente quotidiane con conseguente permanenza quasi fissa ogni notte…

Arrivava alla sera e se ne andava alla mattina…

Questo ci permise comunque di conoscerci meglio, trovare punti comuni, punti di totale disaccordo ma pure piacevoli conversazioni sulla cosa…

Ci fu una piacevole cena (onestamente l’unica) e dei piccoli pensierini… e i problemi…

Una sera, una normalissima sera mentre eravamo in un momento di chiacchere e “coccole” successe qualcosa, qualcosa si mosse dentro di me … e ammetto che l’unico pensiero fu “oh merda”… seguito dal “ma no non è nulla”

Mi raccomando ascoltate sempre quei piccoli segnali, soprattutto se siete solo voi a sentirli!

I messaggi erano sempre stati chiari! Così si… di più no…

Il problema è quando si comincia a mentire a se stessi e si dice nono tranquilla non è nulla… pfff figuriamoci… io voglio divertirmi sono libera… ho la mia vita no guarda proprio non è cosa… poi non mi piaci in quel senso…. (pffffffffffffffff COGLIONA!)

Ritorniamo alla nostra storiella…

La cosa si protrasse fino a circa metà luglio, tutti i segnali vennero bellamente ignorati… continuai a mentire a me stessa e a lui… ma in quel momento ne ero convinta… (la consapevolezza arrivò mesi e mesi dopo)…

Iniziai così da brava ragazza con la paturina facile a mal-interpretare messaggi, gesti e ciaoooooooo ormai ero come una pallina in discesa… non mi fermavo più… iniziai a mettere paletti, il suo errore fu quello di accettarli tutti, di dire che eravamo amici che ci sarebbe stato bla bla di essere dura per fargli capire le cose e bla bla…

Iniziammo ovviamente a vederci meno… la cosa si interruppe per una settimanella quando incominciai ad ammettere quello che mi stava succedendo… ma era solo la punta dell’icberg…

Dopo una settimana tutto ricominciò e in poco tempo ritornò a essere tale e quale a prima…

Poi ci fu la partenza…(metà luglio) e chiaramente avrebbe portato a un definitivo allontanamento o a un riavvicinamento dato che non ci saremmo visti per un mese intero (di questo ero consapevole) ma continuavo a dirmi: sisi una settimana e dimentico tutto.

Purtroppo non fu così… io interpretai male un messaggio (puah) continuò tutto … nel rispetto sempre (così pare)….

Il mese passò… sembrava che sarebbe dovuto succedere chissà che al ritorno (in un certo senso :P)…

Invece tutto finì… ci fu un incontro breve… e basta…

Iniziò il periodo di silenzio e scazzo… semplicemente perché io non volevo capire…

Non volevo ammettere e non volevo accettare (e giù a rompere i coglioni)

Di cazzate ne sono state dette tante…

C’è stata la sofferenza, c’è stato il senso di mancanza, la speranza…

Per fortuna se n’è andato tutto, il pensiero c’è comunque a volte… di tanto in tanto…

A volte c’è pure una leggera agitazione nel vederlo…

Son sicura che ci sia stato affetto da entrambe le parti, l’ho sentito… ma in modo diverso… forse…

Ora son tranquilla e ne sorrido…

Il punto è che questa cosa mi ha portato tantissimo… ora, razionalmente ne sono consapevole…

Ho imparato a volermi bene, ho imparato a star davvero bene con me stessa in solitudine, ho imparato soprattutto a rispettarmi e capire cosa sono in grado e cosa non sono in grado di fare.

Cosa voglio essere e cosa non voglio essere… cosa voglio semplicemente…

L’ho imparato mettendoci un po’ di sofferenza… ma ora se mi guardo indietro sorrido e ringrazio perché ci son stati momenti belli, ma la cosa più importante è che ho imparato tanto… e ne esco vincente!

Perché finalmente ho capito!

Il problema è quando subentra quel qualcosa di troppo, quando non li si ammette, quando non si colgono i segnali giusti, ma SOPRATTUTTO quando si comincia ad analizzare le cose! Quando si cercano messaggi nascosti dove non ci sono, non bisognerebbe mai supporre… è vero noi donne siamo analitiche e non riusciamo facilmente… ma stiamo sempre li a vedere ogni messaggio quale significato ha… quale potrebbe essere… ad analizzare infiniti gesti, situazioni … non ditemi che non l’avete mai fatto… beh tutto questo ti fotte e ti fotte alla grande… non solo con i ragazzi… ma in ogni situazione… dovremmo veramente imparare a prendere tutto per ciò che è… semplicemente…

Dovremmo imparare a lasciar andare e vedere cosa succede… dovremmo davvero abbandonare ogni ASPETTATIVA e lasciarci sorprendere…

Voglio eliminare quest’ASPETTATIVA dal mio anno… ora e per sempre… voglio che non sia più una parte di me e del mio vocabolario…

Quelle che sto dicendo non sono novità… c’è chi ste cose le sa da molto prima…

Resta il fatto che la grade verità assoluta… quando succede tutto ciò è semplicissima ed è semplicemente:

LA VERITÀ È CHE NON GLI PIACI ABBASTANZA

Perché quando qualcuno ti vuole veramente, le paure le lascia altrove, il modo per averti e starti vicino lo trova, non esistono uomini spaventati, non esistono uomini confusi…

Esistono solo uomini che ti vogliono e uomini che invece no o non abbastanza.

E non è un problema… basta riconoscerli e non lasciarsi prendere dalle aspettative.

Ho dimenticato di ricordare….

22 Gen

images

È così che tutto è iniziando… dimenticando di ricordare qualcosa di tanto in tanto, lasciando in questo stato di amnesia apparente anche i sentimenti legati al fatto…

Me ne sono accorda solo dopo….

Quando mentre sorridevo e mi fermavo a guardare nel vuoto alcuni flash mi ritornavano alla mente e mi ricordavo improvvisamente di aver dimenticato… o apparentemente lasciato perdere in un angolo sperduto nella mente!

tumblr_l9uf1mnSnt1qzoxbvo1_500

Il sorriso spesso si tramuta in un nano secondo in una smorfia di disappunto misto a tristezza… ma ormai non me ne preoccupo più perché subito dopo torno a sorridere…

Come mi succede molto spesso ultimamente… e mi sento carica, viva…. Piena di energia… che vorrei quasi spaccare il mondo!!!

È come se fossi riuscita a nascondere dei ricordi e ovattarli pure… di modo che quando ritornano alla mente… fluttuano come se fossero in una dimensione parallela, dove nulla o quasi può scalfirmi, dove nulla o quasi può togliermi il sorriso…

Lascio questi quasi soprattutto per non portarmi sfiga…

Dopo parecchio (per me comunque troppo) posso dire quasi di avercela fatta…

La prima scalinata, quella più faticosa…. Perché si sa che dopo un po’ si prende il ritmo e i movimenti diventano automatici… beh questa prima scalinata io l’ho superata… sono arrivata in cima… stile Rocky nei suoi miglior allenamenti e invece di urlare mi sono sentita libera…. Un super sospiro di sollievo… e la calma… forse apparente…

Ho raggiunto quella scala nel corso del mese di dicembre… all’inizio con le decisione prese… al buio ma razionalizzate… e ho raggiunto la cima alla fine dello stesso mese! Prontissima dunque a ricominciare un qualcosa di nuovo, una nuova scalinata con l’anno nuovo…

Ora mi sento carica, serena e piena di obbiettivi che cercherò per una volta di portare a termine…

tumblr_m31df8zF4r1qb20cxo1_400 tumblr_mciu9ocdWy1rt60qto1_500

Ho-oponopono

28 Nov

hooponopono_logo1

Con il Mantra Ho-oponopono mettiamo in atto un processo di pentimento, perdono, gratitudine e amore imponente dando il via alla trasmutazione, cancellando tutte le convinzioni errate su se stessi e sulla propria vita.
Se noi guariamo noi stessi dalle memorie, che sono la causa che innesca il verificarsi di un problema o di una malattia (anche se riguardano direttamente gli altri) simultaneamente noi cancelliamo le stesse memorie anche negli altri e trasformiamo le loro sensazioni – risultanti dai pensieri cancellati – in pensieri e sentimenti di puro amore e di salute ottimale.
La tecnica di Ho-oponopono consiste nel ripetere incessantemente il mantra Mi dispiace, Perdonami, Grazie, Ti Amo il più spesso possibile e il più a lungo possibile, in riferimento ad un problema specifico o anche quando c’è serenità e pace.
Recitare un Mantra è una pratica antichissima presente in tutte le tradizioni buddhiste e in tante antiche tradizioni orientali e non.
La recitazione di un Mantra genera una grande carica interiore che aiuta a sopportare meglio i problemi e soprattutto a trasmutarli in vuoto atto a potersi riempire dell’Amore Divino.
Il Mantra a differenza della pratica silenziosa della meditazione ha un grande potere in più mistico se vogliamo, che consiste nella fortissima influenza energetica derivante dal potere stesso del suono.
Questo influisce con più incisività sugli eventi della nostra vita indirizzandoli vibrazionalmente nella direzione migliore.
Con il Mantra Ho-oponopono si mettono in moto risonanze mentali sottili che interagiscono con l’universo, con gli esseri viventi, con i fenomeni e con le situazioni che ci coinvolgono più o meno personalmente.
La mente, secondo la maggior parte delle interpretazioni antiche orientali, è vuota o interdipendente, ovvero, per esistere deve dipendere da certe condizioni.
Freud ha paragonato la mente umana ad un iceberg, la cui piccola parte emersa corrisponde all’Ego, mentre la grossissima porzione sommersa rappresenta l’inconscio, il bambino interiore.
Le vibrazioni prodotte dal suono mantrico attivano i poteri celati nel profondo di questa parte misteriosa della mente umana, di cui l’ego è inconsapevole, dando vita movimenti energetici che si manifestano nella sua realtà che coinvolge l’individuo stesso.
Per questo la pratica mantrica è conosciuta da sempre come la strada dell’energia che si muove seguendo le regole della Legge Universale di causa ed effetto.
Nei Veda il Mantra è la fonte primaria da cui è scaturito l’universo, nella Bibbia: “all’inizio era il Verbo”, è la vibrazione primordiale presente in ogni cosa, il motore sonoro dell’universo.
Attraverso lo studio e la ricerca sui mantra gli antichi saggi hanno scoperto come possiamo entrare in armonia con il cosmo e con noi stessi.
L’utilizzo dei suoni a scopo spirituale è una tecnologia usata universalmente da sempre (cos’è la recitazione del rosario?).
Quando recitiamo un Mantra non facciamo altro che richiamare su di noi o nell’ambiente che ci circonda una data qualità del Divino.
Se il Mantra è energeticamente unito con una qualità divina, quando lo recitiamo richiamiamo questa qualità al nostro interno, permettendoci di svolgere un lavoro su noi stessi.
Ripetere una o più frasi, a volte incomprensibili o anche senza consapevolezza, libera la mente da pensieri ricorrenti e negativi lasciando affiorare la parte più profonda di noi stessi.
Il Mantra è Potentissimo, ricordatelo!
MI DISPIACE PERDONAMI GRAZIE TI AMO deve essere un incessante canto.
Un braccio al quale appoggiarsi o da cui lasciarsi consolare in una stretta incoraggiante, amorevole, certa, infinita.
Ricordatelo e praticalo: i miracoli iniziano da questo piccolo impegno quotidiano e costante.
MI DISPIACE PERDONAMI GRAZIE TI AMO

keep-calm-and-do-the-ho-oponopono-6

Il “problema” è che il concetto è veramente basilare… metterlo in pratica è estremamente difficile….

Ho provato.. inizialmente per qualsi tutte le situazioni mi è riuscito… sento veramente una calma piatta mentre lo metto in pratica e subito dopo….

Dopo alcuni giorni però ritorna alla mente e l’ansia riemerge…

Non mi spiego poi come mai riesco a farlo su tutto tranne che con te… non riesco a lasciarti andare…

Ci vuole pratica

tumblr_inline_mn67ufJZwd1qz4rgp

Lascia andare….

21 Nov

letting_go

Lasciar andare non significa non interessarsi,
ma smettere di credere di aver potere al posto degli altri.
Lasciar andare non significa fregarsene,
ma lasciare che l’esperienza sia consigliera, non le parole.
Lasciar andare non è vittimismo,
ma la profonda certezza che spesso gli effetti non dipendono da noi.
Lasciar andare non corrisponde ad una critica,
ma ad un atto di estrema fiducia.
Lasciar andare non è imporre nuove catene,
ma permettere alla libertà di ognuno di esprimersi.
Lasciar andare non è ancorarsi al passato,
ma vivere pienamente un nuovo futuro.
Lasciar andare non è un atto egoistico,
ma è il coraggio di scoprire il nuovo che si svela di fronte a noi.
Lasciare andare non è dominio e controllo,
ma un atto i fede perché la vita si sveli.
Lasciar andare non è cedere ai fardelli della vita,
ma credere che siamo nati per uno scopo elevato.
Lasciar andare non è soffrire,
ma permettere alla gioia di abitare in noi.
Lasciar andare non è di domani,
ma è di un oggi che aspetta di essere vissuto.
Lasciar andare… libera, purifica, migliora… lasciare andare… è accogliere la gioia.

Stephen Littleword

Gli stessi di sempre

28 Ago

 

 

Ho ancora l’immagine impressa di quando in casa scoppiò una guerra,
il caos in testa e i tuoi abiti a terra.
E mentre il sole dalla finestra filtrava
una porta tra me e te si chiudeva e il buio su noi non cessava.
Tu eri brava a dirmi “stop” perché ero bravo a parole,
ma non parlavo col cuore infondo era solo rumore.
E ora che questo silenzio mi ammazza dentro
copro con le grida il presentimento di aver gia perso pure avendoti perché tu non mi hai,
io perdo la pazienza e sparo mentre tu no mai,
mi incazzo come niente chiedendomi come fai
io sbaglio come sempre tu mi ami come non mai.

Come fai a sopportarmi, non cambio mai, alzo la voce per niente, sono lo stesso di sempre.
Sparisco giorni e non chiamo mai mi chiedo quando ti stancherai,
ma tu fai finta di niente, tu sei la stessa di sempre.

A ridurci in questo modo come ci siamo arrivati,
è stato un salto nel vuoto e adesso precipitiamo abbracciati.
Non c’è tempo per salvarci, per rifarci adesso è tardi
e cadiamo più in fretta degli altri appesantiti da troppi sbagli
e voglio il tuo bene ma sto rinunciando al mio bene perché
restare insieme non è la soluzione ti vorrei felice ma senza di me,
non so competere con le tue gesta e mentre io cambio tu resti la stessa,
e ti compro una borsa diversa, oltre a questo che cosa ci resta
Meriti molto di più di cianfrusaglie così materiali,
di risposta tu dici “grazie” ti strappi il cuore me lo regali
Vorrei prometterti giorni migliori ma siamo solo comuni mortali
Tu ti migliori pensando per due ma i miei difetti rimangono uguali.

Come fai a sopportarmi, non cambio mai, alzo la voce per niente, sono lo stesso di sempre.
Sparisco giorni e non chiamo mai mi chiedo quando ti stancherai,
ma tu fai finta di niente, tu sei la stessa di sempre.

Godiamoci il presente fanculo il prima e il dopo, restiamo quelli di sempre soltanto in foto e tu dove vai? rimani qua, non sarà stato uno sbaglio finchè sbaglierò a metà
Sparisco giorni e non chiamo mai, mi chiedo quando ti stancherai ma tu fai finta di niente, tu sei la stessa di sempre
Sparisco giorni e non chiamo mai, mi chiedo quando ti stancherai ma tu fai finta di niente, tu sei la stessa di sempre

 

 

I’m Back… già da una settimana… ma il tempo è poco….

 

 

And now pt.2

30 Lug

 

 

 

vacanze-chiuso-per-ferieUn pò in anticipo… ma almeno mi porto un pò in avanti…

Dopo 4 anni finalmente me ne vado… stacco la spina e saluto tutti cordialmente con la manina…

Da domenica… mi aspettano 2 settimane di dolce far nulla…

 

Ritornerò più carica che mai 🙂

 

Abbracci e baci

Mare, mare, mare
ma che voglia di arrivare lì da te, da te
sto accelerando e adesso ormai ti prendo
mare, mare, mare
ma sai che ognuno c’ha il suo mare dentro al cuore sì
e che ogni tanto gli fa sentire l’onda
mare, mare, mare
ma sai che ognuno c’ha i suoi sogni da inseguire sì
per stare a galla e non affondare no, no

 

 

Oggi

22 Lug

La stessa stanza caldissima,
senti la pioggia che rumore fa,
ancora nel mio letto
tu cosa fai cosi innocentemente
ma innocente non sei come me,
come tutte le scelte,
come tutte le volte.

donna-liberta
Ho assolutamente bisogno di vacanze… di spensieratezza… sento l’estrema necessità di andarmene e staccarmi da tutto e tutti…
È da un anno che aspetto questo momento e nel corso di quest’anno la necessità e diventata sempre più reale… una serie di eventi che mi hanno fatto tremare veramente la terra sotto i piedi e continuano a farlo… ma sono ancora in piedi e guardo lontano…
..con un sorriso….
o almeno è quello che provo a fare…
la calma apparente… si traveste di rabbia e frustazione…
ma so che tornerà sempre il sole … perchè il sole torna sempre…
sempre presente anche dietro alle nuvole… nascosto… coperto… ma sempre pronto a rinascere… più splendente di prima…
ed è quello che aspetta a me ora….
Rinascita personale… nuova forza e tante nuove consapevolezze… perchè ogni strada, ogni ostacolo, porta qualcosa di nuovo…

La tele resta spenta e non la guardo più ho un nodo in gola che è difficile mandare giù, fumo un po’, sposto via la tenda, cielo grigio piombo io non lascio che mi prenda, la nostalgia che sale lentamente come mai io penso a te mi chiedo adesso dove sei cosa fai, chissà se tu avrai mai pensato a me, al nostro fuoco che bruciava e mo’ è cenere. Ma tutto passa piano e pure se fa strano io sorrido perché so che oggi non ti chiamerò, quel che viene venga e mi sta bene quel che è stato è già passato e mo’ il passato se lo tiene, e piove già da un tot, la pioggia bagna la mia pelle ma mi asciugherò perché so che il tempo è ciclico e so che un po’ di tempo è quello che ci vuole mentre un guaglione sta scacciando il male sta aspettando il sole… Oggi non c’è sole intorno a me salvami, risplendi e scaldaci, voglio il sole, cerco nuova luce nella confusione di un guaglione… …e oggi è come ieri ma forse è un’impressione frutto della mente di un guaglione sarà che non c’è il sole sarà che tutto sembra resti uguale sarà quel che sarà sono preso male ma nessuno chiama e non so chi chiamare cerco di schiodarmi e penso solo a quello che ho da fare uh Gesù Gesù, sono io la vittima dei demoni che tornano e che vengono a tirarmi giù i miei cattivi pensieri che mi aspettano braccano, parlano e parlano dove sono i raggi che scaldavano un guaglione dove sono gli altri della mia ballotta mo’ che sono nel ciclone in dopa trovo la mia cura in dopa mischio le radici e la cultura, l’energia pura la musica mi detta le parole caccio queste rime e so che prima o poi ritorna il sole… Oggi non c’è sole intorno a me salvami, risplendi e scaldaci, voglio il sole, cerco nuova luce nella confusione di un guaglione… …vada come vada e va da sé conto solo su di me e già so che già sai che… Chico fa quel che s’ha da fare quando amore non c’è … dev… dev… devo imbustare perché in tasca manca money sempre più difficile restare calmo in questa situazione sclero, non ne voglio più parto da zero so che in qualche modo devo andare su ma… non c’è più luce, solo buio che fa male non c’è più pace solo rabbia che ogni giorno sale so bene dove sono e adesso voglio stare qui, sentire il beat se sei all’ascolto vieni a prendermi rapiscimi, musica colpisci al cuore boom cha boom cha però non c’è dolore distendi le tue mani guaritrici su un guaglione mentre sta aspettando il sole… Oggi non c’è sole intorno a me Salvami, risplendi e scaldami, voglio il sole, cerco nuova luce nella confusione di un guaglione…

Lety

Opinionista per caso Viola

Io amo L'Italia ,io amo L'Albania, io amo L'Europa e il mondo intero.. .siamo tutti di passaggio in questo pianeta,quindi non bisogna essere egoisti,avidi,ma bisogna essere generosi con chi è meno fortunato di noi...io dono serenità se non ho cose materiali da offrire...basta anche un sorriso ...

Diemme - La strada è lunga, ma la sto percorrendo

Non è vero che sono invincibile, mi rompo in mille pezzi anche io...è solo che ho imparato a non fare rumore. *** Amami quando meno lo merito, che è quando ne ho più bisogno (Catullo) - Non sprecate tempo a cercare gli ostacoli: potrebbero non essercene. Franz Kafka —- Non è ciò che tu sei che ti frena, ma ciò che tu pensi di non essere. Denis Waitley -- Non c'è schiaffo più violento di una carezza negata

/

making family memories one by one

Occhi al futuro

Viviamo il presente per costruire in esso il nostro futuro

I tacchi a spillo

quello che sogno

memoriediunavagina

m'hanno detto che essere donna è bello, ma nella prossima vita preferirei rinascere maschio, magro e superdotato

IL COLLEZIONISTA DI RANCORI

"Ah, davvero" dico, mettendo via l'ennesimo rancorino da covare in santa pace. Secondo Miriam era quella la mia vera passione. "C'è chi colleziona francobolli, o scatole di fiammiferi" mi ha detto una volta. "Tu collezioni rancori..." (Mordecai Richler)

Fools Journal

Magazine di cultura: letteratura, fotografia, arte, moda, queer life, eventi, musica, cinema, attualità

Il mondo di Jim

Parole e pensieri in libertà vigilata

///////////TI.AKKA.DOPPIA

TI AKKA DOPPIA vuole essere il blog di riferimento per l’Hip Hop in Ticino, la vicina Italia e della Svizzera. Creato allo scopo di tenere informati i visitatori del blog su eventi, uscite discografiche, video, gruppi emergenti e non; sulla scena della urban culture. Potete anche inviarci il vostro materiale per pubblicarlo fra le news giornaliere all’indirizzo tiakkadoppia@hotmail.com non dimenticate di allegare una descrizione dettagliata! Nx of MASSAKRASTA /////////////////////////////FR:TI AKKA DOPPIA veut être le blog de reférence du Hip-Hop Tessinois,pour l' Italie et le reste de la Suisse. Son but est de tenir au courant ceux qui visitent le blog sur événements, sorties discographiques, vidéos et sur les groupes de la "Urban Culture". Vous pouvez nous envoyer votre materiel pour qu' on le publie dans les "news journalières" à l' adresse suivante: tiakkadoppia@hotmail.com IMPORTANT: N' oubliez pas d' inclure une déscription détaillée. Nx of MASSAKRASTA///////////////////////// D: Ti AKKA DOPPIA ist ein Blog das euch Infos über die Tessiner, Italienische und allgemeine Schweizer Hip Hop Szene gibt. Unser Ziel ist es die Leser über Events, Releases, Videos von Neu Ankömmlinge und bekannte Künstler zu informieren. Ihr könnt uns interessantes Material an tiakkadoppia@hotmail.com senden, vergesst nicht uns detaillierte Berichte über eure News zu geben .

michiamoblogjamesblog

la lotta agli occhiali neri è appena cominciata...

Rem tene, verba sequentur. O anche no?

ci penso dopo. [Il club delle disfunzionali]

(Carne da macello)

Just another WordPress.com site, so what?

ZuGliChi

Zucchero, Glitter e Chiccheria. Dove il buon gusto regna sovrano

Un Blog un po' così

Diario semiserio per esorcizzare la quotidianità

Vanity Nerd

si nerdeggia di cose estremamente futili

Occhi da orientale

sono occhi d'ambra lucida tra palpebre di viole, sguardo limpido di aprile come quando esce il sole

Carissima me,..LA FORZA DELLE DONNE!

Ci vorrebbe un supereroe per vendicare tutte le donne con il cuore spezzato..mi candiderei molto volentieri..sarei perfetta come Wonder Luppy!!! Carissima me,..#LEGGETE PER CREDERE!

La Tana

" Ama il prossimo tuo come te stesso ". Perché pretendere da me tanto cinismo?

uova di gatto

di libri, gatti e altre storie

RapFails

Curiosità e fallimenti quotidiani dei vostri idoli rap

Into The Wild

Happiness is real only when shared

Single OFF Solitude

come sopravvivere in un mondo fatto in coppia

Blog di una ragazza (non) comune

tutto quello che non dico

Hi sweeties !

Just be creative. (DIY, Cooking etc.)

The Liberation

By Indie Nation

La Cabina-Armadio

Per i pensieri un cassetto non bastava....

ChiuriTrip

un blog di viaggi low-cost

RaccontAmi

Tutto è una storia

Rò La Rò

io ScatenoLaMente E Tu ...?

La Schiuma del Cappuccino

Catching little moment. Through pink-lens glasses.

Following Your Passion

{ STYLE :: ARCHITECTURE :: TRAVEL }

Following Your Beauty

[MakeUp, Fitness & Beauty Blog - Beauty Blogger Italia & UK]

_dancing in the arch

Diario di una ragazza frivola

amo il web, non ricambiato

Aneddoti e piccoli incidenti del mondo digitale italiano.